SCREENING GRATUITO TIROIDE

LE MALATTIE DELLA TIROIDE – 24 MAGGIO 2017 GIORNATA DI PREVENZIONE CON IL PROF. MANTERO

Le malattie tiroidee sono di frequente riscontro, soprattutto nel sesso femminile, ma va detto che nella maggior parte potrebbero essere prevenute o comunque curate in fase iniziale.

Una maggior diffusione dell’uso del sale arricchito di iodio, l’elemento essenziale per la normale funzione della ghiandola, potrebbe in effetti ridurre il numero di queste patologie, in particolare dei noduli tiroidei, che attualmente, nella nostra popolazione sono riscontrabili all’ecografia fino al 50-60% dei casi,anche se quelli palpabili sono solo il 5%.
Fortunatamente questi noduli non danno in genere alcun disturbo, ma alcuni di essi (pochi in realtà) possono presentare all’esame obiettivo o all’ecografia delle caratteristiche sospette per neoplasia e devono esser studiati con attenzione (agoaspirato per esame citologico).

In altri rari casi, specie negli anziani, il nodulo può essere iperfunzionante (“adenoma tossico”)e provocare sintomi di ipertiroidismo, in particolare disturbi del ritmo cardiaco.

Talvolta i noduli in una tiroide sono multipli e si parla di “gozzo nodulare” che può essere semplice (normofunzionante) ma, se voluminoso, dare problemi di respirazione o deglutizione per compressione locale o può essere “tossico” e cioè iperfunzionante e dare ipertiroidismo.

La causa più frequente di ipertiroidismo però è quella di origine autoimmune (morbo di Basedow) che colpisce circa il 2% delle donne in età giovane/adulta (rara negli uomini) ed è caratterizzata da:

  • stato di ipereccitabilità nervosa
  • dimagramento
  • palpitazioni

L’ipotiroidismo (ridotta produzione di ormoni tiroidei) è anche più frequente e può colpire in forma lieve fino al 10% della popolazione, soprattutto donne con l’avanzare dell’età.

Ha quasi sempre un’origine autoimmune (tiroidite di Hashimoto) e ha un andamento cronico.

E’ caratterizzato da:

  • stanchezza
  • deficit di concentrazione
  • freddolosità
  • a lungo termine problemi cardiovascolari

Compito dello specialista è quello di diagnosticare tempestivamente e correttamente le patologie sopra descritte, con l’aiuto del laboratorio e degli esami strumentali dedicati, e di sottoporle a terapie correttive della funzione tiroidea che nella quasi totalità dei casi portano a guarigione, o nelle forme croniche, alla scomparsa dei sintomi e delle possibili complicanze.
In casi particolari l’endocrinologo potrà individuare l’indicazione all’intervento chirurgico o alla terapia radiometabolica con 131-I.

Mercoledì 24.05 – nell’ambito della settimana mondiale “Tiroide e Benessere”; Villa Maria organizza screening per la prevenzione della Tiroide, uomo/donna con il Dott. Prof. Franco Mantero.

Chiama lo 049 8711144 per fissare il tuo screening gratuito,  fino ad esaurimento posti.

Per richiedere ulteriori info, scrivi a info@cdcvillamaria.it  oppure clicca qui e compila il form.

16 maggio 2017, Notizie

Gentile utente, questo sito web utilizza cookie di tipo tecnico e di terze parti. È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookie secondo le Sue preferenze visitando la pagina Privacy policy. Proseguendo la navigazione e cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookie, che potrà comunque essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla sezione “gestione dei cookie” nella pagina Privacy policy.